Agricoltura e allevamento

 

Vendemmia alla comunità AuroraSei ettari di terreno collinare sono stati dedicati all'agricoltura: nella zona collinare più alta viene coltivata la vite, che dal 1996 ha permesso alla comunità di preparare del buon vino biologico sufficiente per il fabbisogno interno.

In un'altra zona, più vicina al piccolo corso d'acqua che costeggia un lato della proprietà, sono stati piantati alberi da frutta (mele, pere, albicocche, noci).

La bandiera della comunità sventola sul colle

 

La piantumazione di aceri, noci e frassini è stata praticata in varie zone, per creare aree d'ombra o per recuperare parte del terreno calanchivo dall'aridità. Un vialetto delimitato da alberi e da noi chiamato "Via Satprem" conduce alla sommità della collina, dove sventola la bandiera della Comunità Aurora.

Un altro versante della collina è stato coltivato a grano, fornendo così la farina biologica per il fabbisogno della comunità.

Orto della Comunità AuroraAi piedi del calanco si estende una radura chiamata "Vastità": in questa piccola valle si coltivano in modo biologico i prodotti ortofrutticoli per il fabbisogno interno.

Un bacino creato artificialmente e popolato di pesci fornisce acqua per le coltivazioni e ristoro per le anatre che vengono allevate insieme a galline e tacchini in una serie di piccole costruzioni di legno ai piedi del calanco.

Un'altra costruzione ospita le due mucche della comunità (Tara e Tara J.) che spesso pascolano sulla collina.


Recentemente è stata costruita una voliera dove convivono allegramente cocoriti e piccioni.

(Questa piccola radura ha accolto, in diversi periodi estivi, un campo tende destinato ad ospitare scolaresche o centri estivi di ragazzi che trascorrevano alcuni giorni di 'vacanza attiva' presso la comunità. Tale iniziativa si inserisce nel più ampio progetto, educativo da un lato e di recupero ambientale dall'altro, su cui da anni lavora la comunità: il Progetto Germoglio).

 

Calanco

Bacino idrico artificiale ai piedi del calanco
Una parte del terreno su cui vive e opera la comunità è costituita dalla presenza di un vasto calanco. Il blocco all'espansione calanchiva nelle aree marginali è stato uno dei primi obiettivi perseguiti, seguito da opere di rimboschimento come mezzo di stabilizzazione e recupero di questi difficili suoli.

Tuttavia quest'ampia cornice 'calanchiva' che adorna due lati della proprietà conserva la propria atmosfera suggestiva ed il proprio habitat particolare (tra cui fossili, una grande varietà di piantine spontanee, nonchè tantissimi tipi di uccelli ed altri animali come cinghiali e cerbiatti).

Questo ha indotto alla sua valorizzazione attraverso il progetto di un percorso lungo il quale realizzare una serie di 'piazzuole' o punti di sosta didattica ("Progetto Germoglio": "Evoluzione della visione").

 

Gruppo Germoglio S.a.S. - Comunità Aurora -Centro Sri Aurobindo e Mère
via Rio d'Orzo 535, Savignano s/P (Mo) Tel. fax 059 760811 E-mail: aghni@gruppogermoglio.it