Germoglio s.a.s
via Rio d'Orzo 535, Savignano s/P (Mo)
Tel. / fax 059 760811

contatti: fiorella@gruppogermoglio.it

Catalogo
libri in distribuzione >>
  La Madre
Altri autori
Aghni
'domani'
Collana fragranze
Musiche e video


Sri Aurobindo

 


Omaggio a Sri Aurobindo - Euro 20,66
Tapas Germoglio s.a.s. Edizioni
Traduzione dell'omonimo libro in lingua inglese pubblicato dallo Sri Aurobindo Ashram con l'approvazione dalla Madre. Bibliografia, testimonianze sulla vita di Sri Aurobindo, con citazioni di Sri Aurobindo e della Madre; 150 pagine con più di 80 fotografie di Sri Aurobindo in bianco e nero.


Ultime Poesie - Euro 10,33
Tapas Germoglio s.a.s. Edizioni
Traduzione e saggio sulla poesia mantrica del Professor Ugo Montanari che ha curato la revisione della prima pubblicazione di questo libro avvenuta nel 1972 con il titolo di LAST POEMS per le edizioni Montanari. I Last Poems sono un complesso di poesie, 48 in tutto, scritte in inglese e pubblicate postume nell'agosto 1952 per conto della Sri Aurobindo Ashram Press di Pondicherry. Non esiste una redazione definitiva in quanto l'autore, come avverte una nota dell'editore, "intendeva fare una revisione finale di tutte le opere, ma solo poche furono realmente rivedute".



Eraclito - Euro 10,33
Tapas Germoglio s.a.s. Edizioni
Traduzione curata da Eugenia Cosentino di: Shri Aurobindo "De la Gréce à l'Inde" editions Albin Michel France. Dalla prefazione di Mario Maunier 1943: "Nato a Efeso nel 520 a.C., vi morì nel 480. Questo filosofo, uno dei più grandi pensatori dell'antica Grecia, ha lasciato nella storia del pensiero filosofico, e particolarmente del pensiero occidentale, tracce tanto profonde da giungere fino a noi".
Scrive ERACLITO: "Tutto è il mio Fuoco eternamente vivente che prende forme e nomi diversi, che si trasforma in tutto ciò che è e che tuttavia resta se stesso, non per mezzo di qualche illusione o di una semplice apparenza di divenire, ma con una realtà stretta e positiva". Tutte le cose sono dunque l'Uno nella loro realtà, nella loro ragione d'essere; l'Uno nelle sue forme, nei suoi valori, nei suoi cambiamenti diventa realmente tutte le cose. Esso muta e tuttavia è immutabile, perché non aumenta né diminuisce, e neppure per un istante perde la sua natura e la sua identità eterne che sono le stesse qualità del Fuoco sempre vivente."



Pensieri e Aforismi - Euro 14,50
ARKA Edizioni Milano
Scritti spesso in modo volontariamente paradossale per colpire la nostra mente, essi lacerano il velo d'ignoranza che ricopre la nostra coscienza e la nostra visione del mondo, smascherano i principi morali e religiosi nei quali siamo intrappolati e svelano delle verità che forse mai ancora mente umana aveva osato sognare, né tantomeno esprimere.
I commenti della Madre ne sviluppano l'essenza, che troppo spesso sfugge alla nostra ristretta comprensione.



Il Ciclo Umano - Euro 14,50
ARKA Edizioni Milano
Scritto durante la prima guerra mondiale, è una profonda analisi dello sviluppo sociale in chiave psicologica. Il passato, con tutte le sue tradizioni, i suoi riti, le sue forme rigide di pensiero ed il presente, con tutte le sue rivoluzioni scientifiche, tecnologiche, morali e religiose, seguono una linea evolutiva che porta irrevocabilmente verso una meta ancora mai immaginata: la trasformazione spirituale dell'umanità, la genesi di una nuova umanità.
Scrive Sri Aurobindo: "Si sta scoprendo che la civiltà ha creato molti più problemi di quanti ne possa risolvere, ha moltiplicato eccessivamente bisogni e desideri ed ha prodotto una giungla di rivendicazioni e d'istinti artificiali, in mezzo ai quali la vita non trova più la sua strada e perde completamente di vista il suo scopo. Le menti più avanzate cominciano a dichiarare la civiltà in fallimento e la società comincia a rendersi conto che hanno ragione."


L'Ideale dell'Unità Umana - Euro 14,50
ARKA Edizioni
Questo saggio - scritto negli anni 1915-18, e che alla luce degli attuali avvenimenti mondiali si rivela profetico- è una riflessione sui vari passi che l'umanità dovrà compiere per giungere, sia pure lentamente ma inarrestabilmente, alla propria unità politica, economica, sociale e spirituale. Sri Aurobindo vede come meta non soltanto l'unità esteriore, ma soprattutto quella interiore che deriva dalla realizzazione della nostra verità di esseri universali, del nostro vero Sé individuale e collettivo.
Scrive Sri Aurobindo: "Questa visione del futuro può essere giudicata, nelle attuali circostanze, un troppo facile ottimismo, ma questa svolta degli eventi è altrettanto possibile quanto quella più disastrosa prevista dai pessimisti, poiché non è affatto detto che il risultato di una nuova guerra debba essere il cataclisma e il crollo della civiltà da essi talvolta preconizzati. L'umanità è abituata a sopravvivere alle peggiori catastrofi provocate dai propri errori o dalle violente svolte della Natura, e così dev'essere se c'è un qualche significato nella sua esistenza, se la sua lunga storia e la sua costante sopravvivenza non sono gli accidenti di un Caso che si organizza fortuitamente, come vorrebbe una concezione puramente materialistica della natura e del mondo. Se l'uomo è destinato a sopravvivere e a continuare l'evoluzione di cui ora è il capo e, fino ad un certo punto, la guida semi cosciente, bisogna che egli esca dalla confusione attuale della sua vita internazionale e arrivi ad un inizio di azione unificata e organizzata; bisogna che egli giunga finalmente ad una sorta di Stato Mondiale, unitario o federale, oppure ad una confederazione o ad una coalizione; nessuna espediente più vago o ridotto servirebbe adeguatamente allo scopo. La tesi generale avanzata da questo libro si troverebbe giustificata, a noi potremmo prevedere che il corso degli eventi probabilmente seguirà, o almeno la tendenza principale della storia futura dei popoli umani."

Lettere sullo Yoga - primo volume - Euro 14,50
ARKA Edizioni Milano
L'evoluzione supermentale. Lo yoga integrale e gli altri sentieri. Lo scopo dello yoga integrale. Metodo sintetico e yoga integrale.
Requisiti di base per la sadhana. I fondamenti della sadhana.
Da una lettera: "Il tipo di yoga che seguiamo qui ha uno scopo diverso dagli altri; esso infatti non mira soltanto ad elevarci al di sopra della coscienza terrestre ordinaria e ignorante per farci entrare nella coscienza divina, ma a far discendere il potere supermentale di quella coscienza divina nell'ignoranza della mente, della vita e del corpo, per trasformarli, manifestare qui il Divino e creare una vita divina nella Materia. Si tratta di uno scopo estremamente difficile, di uno yoga difficile; a molti, o ai più, sembrerà impossibile. Tutte le forze costituite della coscienza terrestre ordinaria e ignorante gli si oppongono, lo negano e cercano di ostacolarlo, e il sadhaka troverà la sua stessa mente, vita e corpo pieni dei più ostinati impedimenti al compimento di tale scopo. Se riuscirete ad accettare l'ideale senza riserve, ad affrontare tutte le difficoltà, a lasciarvi dietro il passato e i suoi legami, e sarete pronti ad abbandonare tutto e a rischiare tutto per questa possibilità divina, soltanto allora potrete sperare di scoprire, attraverso l'esperienza, la Verità che sta dietro.


Lettere sullo Yoga - secondo volume - Euro 14,50
ARKA Edizioni Milano

Religione, morale, idealismo e yoga. Ragione, scienza e yoga. La sadhana attraverso il lavoro, la meditazione, l'amore e la devozione. Le relazioni umane nello yoga. La sadhana nell'Ashram e fuori di esso.
Da una lettera: In Oriente, specialmente in India, i pensatori metafisici hanno cercato, come in Occidente, di determinare la natura della Verità suprema per mezzo dell'intelletto. Non hanno però dato al pensiero mentale, quale strumento nella scoperta della Verità, il posto preminente, ma solo uno secondario. Il primo posto è sempre stato attribuito all'intuizione, all'illuminazione e all'esperienza spirituali. […] In Occidente è avvenuto esattamente il contrario. Il Pensiero, l'intelletto e la ragione logica sono stati sempre più considerati i mezzi supremi e persino il fine supremo; in filosofia, il Pensiero è l'alfa e l'omega. E' con la riflessione e la speculazione intellettuale che va scoperta la verità; persino l'esperienza spirituale, se vuole essere considerata valida, è chiamata a superare le prove dell'intelletto: proprio l'opposto della posizione indiana. […] Il pensiero occidentale ha inoltre cessato di essere dinamico: ha cercato una teoria delle cose, non una realizzazione. […] Se non ci fosse questa differenza, non ci sarebbe motivo per ricercatori come voi di volgersi all'Oriente per trovare una guida; nel campo puramente intellettuale, infatti, i pensatori occidentali sono competenti quanto qualunque saggio orientale. E' il cammino spirituale, la strada che porta oltre i livelli intellettuali, il passaggio dall'essere esteriore al Sé più profondo a essere stato perduto, a causa dell'eccesso di intellettualità della mente europea.


Lettere sullo Yoga - terzo volume - Euro 14,50
ARKA Edizioni Milano

Il principio della manifestazione dell'Avatar. I Poteri divini e i Poteri ostili. Opposizione delle Forze ostili. Esperienza e realizzazioni. Esperienze della coscienza interiore e della coscienza cosmica. Visioni e simboli.
Da una lettera: La lacerazione del velo fra la coscienza esteriore e l'essere interiore è uno dei movimenti decisivi dello yoga. Yoga significa infatti unione con il Divino, ma significa anche risvegliarsi innanzi tutto al proprio sé interiore e quindi al proprio sé superiore; è un movimento verso l'interno e un movimento verso l'alto. Solo, in verità, attraverso il risveglio e la venuta in primo piano dell'essere interiore potete arrivare a unirvi al Divino. L'uomo fisico esteriore è solamente una personalità strumentale e di per sé non può arrivare a questa unione, può solo avere contatti intermittenti, sentimenti religiosi, rivelazioni imperfette. E anche questi vengono non dalla coscienza esteriore bensì da ciò che è dentro di voi. Esistono due movimenti reciprocamente complementari: in uno l'essere interiore viene in primo piano e imprime i propri normali movimenti sulla coscienza esteriore, per la quale essi sono insoliti e anormali; nell'altro vi ritirate dalla coscienza esteriore, vi interiorizzate nei piani interiori, entrate nel mondo del vostro sé interiore e vi risvegliate nelle parti nascoste del vostro essere. Una volta fatta questa immersione, siete segnato per la vita yoghica, la vita spirituale, e niente può cancellare il sigillo posto su di voi.



Lettere sullo Yoga - quarto volume - Euro 14,50
ARKA Edizioni Milano

Piani e parti dell'essere. La triplice trasformazione: psichica, spirituale, supermentale.
Da una lettera: Il subcosciente non costituisce l'intera base della natura: è soltanto la base inferiore dell'Ignoranza e influisce soprattutto sulla coscienza vitale inferiore e sulla coscienza fisica esteriore, le quali, a loro volta, influenzano le parti superiori della natura. Se è bene vedere che cos'è e come agisce, non dobbiamo preoccuparci troppo di questo lato oscuro o di questo aspetto apparente dell'essere strumentale. Dobbiamo piuttosto considerarlo qualcosa che non è 'noi stessi', bensì una maschera di natura falsa imposta dall'Ignoranza al vero essere. Il vero essere è quello interiore, con tutte le sue ampie possibilità di raggiungere ed esprimere il Divino, e in particolar modo l'essere più segreto, l'anima, il Purusha psichico che è sempre, nella sua essenza, puro, divino, rivolto a tutto ciò che è buono, vero e bello. L'essere esteriore deve venire afferrato dall'essere interiore e trasformato non più in uno strumento dei rigurgiti della Natura subcosciente ignorante, bensì in uno strumento del Divino. […]
Questo, più una fede e una fiducia costanti nella Madre, è quanto occorre perché avvenga la trasformazione.


Lettere sullo Yoga - quinto volume - Euro 14,50
ARKA Edizioni Milano

La trasformazione della mente, del vitale e del fisico.
Da una lettera: La coscienza terrestre non vuole cambiare, per cui rifiuta ciò che le viene dall'alto; lo ha sempre fatto. Questa resistenza può scomparire solo se coloro che hanno intrapreso questo yoga si aprono e sono disposti a trasformare la propria natura inferiore:
A intralciare, naturalmente, sono sempre l'ego vitale, con la sua ignoranza e l'orgoglio della sua ignoranza, e la coscienza fisica, con la sua inerzia che resiste a ogni invito a cambiare e la sua indolenza cui non piace fare il minimo sforzo; questa coscienza fisica trova più comodo continuare la propria strada, ripetendo sempre gli stessi vecchi movimenti e, nel migliore dei casi, aspettandosi che tutto venga fatto per essa in qualche modo, un giorno o l'altro.
La prima cosa è avere il giusto atteggiamento interiore; occorre anche avere la volontà di trasformarsi e la vigilanza per percepire e rifiutare tutto ciò che appartiene all'ego e all'ostinazione tamasica della natura inferiore. Infine, ci si deve mantenere sempre aperti alla Madre in ogni parte dell'essere affinché il processo di trasformazione non possa trovare ostacoli.


Lettere sullo Yoga - sesto volume - Euro 19,63
TAPAS Germoglio Edizioni

La trasformazione del fisico (II°), del subconscio e dell'inconscio. Le difficoltà nello yoga. La rinascita. Fato e libero arbitrio, karma ed ereditarietà. ecc.
Dalle lettere: "Rimanere saldo nei periodi oscuri; la luce c'è e vincerà."
"Un cuore sincero vale tutti i poteri più straordinari del mondo."
"Non importa quali difetti possiate avere nella natura. L'unica cosa che conta è il mantenervi aperto alla Forza. Nessun sadhaka può trasformarsi con i soli propri sforzi personali; è solo la Forza divina che può trasformarlo. Se vi manterrete aperto, tutto il resto verrà fatto per voi."
"E' quest'allegria che vogliamo sempre vedere in voi. E' la felicità dello psichico che ha trovato la sua strada e che, qualunque difficoltà sorga, è certo di essere guidato verso la meta e di raggiungerla. Quando un sadhaka ha costantemente questa felicità, sappiamo che ha superato la peggiore difficoltà e che ormai avanza con passo fermo e sicuro sulla giusta strada."
"Nessuna difficoltà dovuta a vite passate è insuperabile. Esistono formazioni che aiutano e formazioni che ostacolano; occorre eliminare e dissolvere queste ultime, non permettere loro di ripetersi. La Madre vi ha detto ciò per spiegarvi l'origine di questa tendenza e la necessità di sbarazzarvene; non alludeva ad alcuna difficoltà insuperabile, anzi, al contrario."


La Manifestazione Supermentale sulla Terra - Euro 6,71
Edizioni DOMANI Sri Aurobindo Ashram India

Nati da un proposito in apparenza umile, poiché si trattava d'incoraggiare la "gioventù sportiva" dell'Ashram e sottolineare l'importanza del corpo (in un'epoca in cui lo yoga era visto prevalentemente come una pratica di meditazione a gambe incrociate), questi "messaggi", pubblicati nei primi numeri del "Bulletin of Physical Education" dell'Ashram di Sri Aurobindo nel corso del 1949, costituiscono l'ultima opera in prosa scritta (o meglio, dettata) da Sri Aurobindo solo pochi mesi prima di lasciare il corpo. La possibilità di un "corpo divino" sulla terra, l'emergere del principio supermentale nell'evoluzione, la transizione e le tappe che porteranno l'umanità d'oggi a divenire la "nuova umanità", dotata di una "mente di luce", sono alcuni dei temi sviluppati nel corso di questi otto saggi, che furono pubblicati per la prima volta in volume nel 1953 a New York.
"La Perfezione del corpo, la più vasta che possiamo raggiungere con i mezzi a nostra disposizione, dev'essere il fine ultimo della cultura fisica. La perfezione è in effetti il vero scopo di ogni cultura, sia essa spirituale, psichica, mentale o vitale e dovrà esserlo quindi anche della nostra cultura del corpo. Se è una perfezione totale dell'essere che ricerchiamo, la parte fisica non può essere tralasciata; il corpo infatti è la base materiale, è il corpo lo strumento che dobbiamo usare" scrive Sri Aurobindo
.
La Isha Upanishad - Euro 6,20
Edizioni SRI UROBINDO ASHRAM India

La Isha figura nella parte mantra dello Yajur Veda "bianco", ed è una delle più antiche e venerate Upanishad; ma non si può dire che sia anche tra le meglio comprese. La sua brevità e il suo stile ermetico, uniti alle enigmatiche affermazioni che la contraddistinguono, lasciano ben pochi appigli all'esegesi erudita e l'hanno resa ostica ai commentatori di tutte le epoche, al punto che non se ne era praticamente mai avuta un'interpretazione soddisfacente.
Scrive Sri Aurobindo: "E' concezione fondamentale e radicata del Vedanta che esiste, se solo riusciamo a trovarla, una verità unica universale e comprensiva la quale, pur negandosi alla ricerca dell'intelletto, è accessibile per via d'esperienza e disposta a rivelarsi; una verità in grado di illuminare l'intera esistenza, di svelarla e spiegarne la natura e il fine. Tutta questa esistenza universale, nonostante la moltitudine dei suoi oggetti e la diversità delle sue forze, è unica nella sue sostanza e nelle sua origine; esiste una quantità incognita, X, alla quale può essere ridotta, poiché da quella è nata e mediante quella, e in quella, continua ad esistere. Questa quantità incognita è chiamata Brahman."


L'Ora di Dio - Euro 7,50
Edizioni Domani Sri Aurobindo Ashram India

"L'uomo è un essere di transizione, non definitivo, perché in lui inizia il radioso cammino ascendente che conduce alla 'superumanità' divina. La transizione dall'uomo al superuomo è la prossima realizzazione dell'evoluzione terrestre. In ciò consiste il nostro destino e la chiave per liberare la nostra esistenza umana, protesa verso il Divino ma limitata e travagliata, destino inevitabile perché è l'intenzione dello Spirito e la logica conseguenza del processo Naturale."



La Madre - Euro 4,20
Edizioni Domani Sri Aurobindo Ashram India

Questo libretto rappresenta probabilmente la più diffusa e la più tradotta tra le opere di Sri Aurobindo. Scritto nel 1927 sotto forma di lettere (tranne la prima parte), fu pubblicato per la prima volta nel 1928. Il manoscritto originale, riprodotto a fianco della traduzione italiana, differisce in pochissimi punti dal testo finale come ci è pervenuto dopo alcune revisioni marginali di Sri Aurobindo.

 

Gruppo Germoglio S.a.S. - Comunità Aurora - Centro Sri Aurobindo e Mère
via Rio d'Orzo 535, Savignano s/P (Mo) Tel. fax 059 760811 E-mail: aghni@gruppogermoglio.it